dietrolequinte

SOCIAL NETWORK: quale canale è più adatto al tuo business?

Il numero dei Social Network è in continua crescita.

Diverse sono le opzioni che le aziende hanno a disposizione per decidere come comunicare al meglio il proprio business. Scegliere tuttavia, su quale canale concentrare le proprie risorse, non è cosa da poco.

Vi abbiamo già parlato dell’importanza di diversificare i contenuti a seconda del contesto di riferimento, poiché non sempre ciò che si posta su un social funziona su un altro.

In effetti, interpretare al meglio la tipologia di pubblico presente su ciascuno, costituisce un passo fondamentale.

Un altro punto a vostro vantaggio è quello di porsi la seguente domanda: che tipo di obiettivo voglio raggiungere?

Se il vostro prodotto/servizio è indirizzato ad un certo tipo di target, in prevalenza femminile ad esempio, o appassionato di sport o di tecnologia, scegliere il giusto canale con cui veicolare la vostra offerta, sarà indispensabile alla buona riuscita del vostro piano di comunicazione online.

Secondo una ricerca condotta da Statista, Facebook in Italia è il Social Network che continua ad ottenere la percentuale più elevata di market share (quota di mercato di riferimento). Gli utenti attivi sono ad oggi circa 28 milioni, con un numero in continua crescita (fonte e ulteriori dati qui).

Va da sé quindi, che Facebook è un social su cui dovete essere presenti, e su cui potete cominciare a costruire la vostra fanbase. Sfruttate il passaparola immediato invitando i vostri amici a mettere LIKE sulla vostra pagina e a condividerla, in modo da raggiungere presto un numero discreto di follower. Lavorate sui contenuti da proporre, in modo da attrarre un pubblico interessato, ma soprattutto una community attenta e pronta ad interagire con voi in maniera costante.

Instagram è il social del momento, continuamente ricco di novità e di aggiornamenti che consentono uno storytelling vivace e multifunzione. A seguito dell’acquisizione da parte di Facebook, permette la creazione di album fotografici, video e dirette live, e di migliorare la qualità dei contenuti con filtri accattivanti e divertenti.

Il trend che va per la maggiore è il food, infatti se avete un’attività ricettiva o di ristorazione, non potete non essere presenti. Ma se invece vi occupate d’altro, potete trovare di sicuro il modo per raggiungere nuovi utenti non solo a livello nazionale, ma anche globale! Altri core business che qui hanno trovato un’isola felice per i loro affari, sono quelli legati al settore moda, beauty, lifestyle e del lusso in generale.

Pinterest è il social più visuale di tutti, quello dove è indispensabile avere dei contenuti ben confezionati e di qualità. È come una vetrina: si passa, si sceglie, si compra. Una breve descrizione dell’articolo proposto ma soprattutto un link diretto al vostro sito o al singolo prodotto (se avete un e-commerce), è la chiave per convertire le visite in acquisti. 

Alcune aziende di moda, del design, del wedding e dell’home décor, sono riuscite a fatturare dei numeri incredibili utilizzando strategicamente questo social. Considerate che il pubblico presente è in prevalenza femminile, con una fascia di età di utenti maggiormente attivi che varia dai 30 ai 45 anni.

Su Twitter invece, l’informazione regna sovrana. Anche se in calo, continua ad essere il canale di riferimento per tutti i settori riguardanti i media e l’informazione più in generale. Magazine, stampa, esperti di marketing e comunicazione, broadcast e programmi TV, qui riescono a dare il loro meglio. La parola è infatti il mezzo con cui veicolare il proprio messaggio, riuscendo talvolta a lanciare dei veri trend topic (argomenti di tendenza di cui si parla di più in un determinato giorno).

Un altro settore che ha sfruttato al meglio la possibilità di interagire in maniera tempestiva con i propri utenti, è quello relativo ai viaggi e delle compagnie aeree.

Il servizio di customer care, trova qui l’opportunità di ascoltare i bisogni dei propri clienti e di agire rapidamente nella soluzione di problemi. Qualcosa che anche chi opera nel campo medico e legale, potrebbe assolutamente prendere in considerazione.

Google+ è al momento il canale più utilizzato da chi si occupa di informatica e tecnologia. Gli operatori di settore lo utilizzano per scambiarsi informazioni e aggiornarsi costantemente sulle ultime novità. Poiché è strettamente legato a Google (che l’ha creato!), vi consigliamo comunque di essere presenti. Questo infatti è uno dei modi per riuscire a farvi largo sul Web e ad aumentare il ranking di ricerca del vostro sito.

Se inizialmente non sapete come procedere, potete pubblicare gli stessi contenuti proposti nella vostra pagina Facebook.

YouTube è il social dove informare e intrattenere. Le ultime strategie di marketing e comunicazione online sono assolutamente video-oriented, ed è una delle ragioni per cui questo canale può generare numeri e fatturati davvero incredibili. Le persone amano ascoltare storie e cercare video tutorial su come fare, praticamente, qualsiasi cosa: preparare una ricetta, montare un mobile, truccarsi, dipingere, migliorare la propria salute psico-fisica e molto altro ancora.

Raccontare il vostro brand su questo canale vi consentirà di raggiungere un segmento di persone già pronte ad accogliere il vostro messaggio, proprio perché alla ricerca di uno specifico servizio.

Ci sono ovviamente molti altri Social Network da considerare. Per il momento abbiamo ritenuto opportuno concentrarci su quelli attualmente di maggiore utilizzo in Italia.

Non disperate, approfondiremo presto l’argomento sia sullo Yaas Blog che in un nuovo episodio di “Dietro le quinte” .

A proposito, vi siete iscritti al nostro canale YouTube?

Che lo Yaas Power sia con voi!

Yaas Team

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI L'E-BOOK GRATUITO "STRATEGIE DI SOCIAL MEDIA FAI-DA-TE", UNA GUIDA PRATICA ALL'USO DEI SOCIAL MEDIA PER LE PICCOLE IMPRESE CHE HANNO GRANDI IDEE MA BUDGET RIDOTTI. SCOPRI SUBITO COME: RACCONTARE LA STORIA DEL TUO BRAND, SCEGLIERE I CANALI GIUSTI, ATTRARRE NUOVI CLIENTI E CREARE CONTENUTI CHE COINVOLGONO!

* indicates required

PIANO EDITORIALE: come, quando, dove e perché.

Nel precedente post, vi ho parlato di come un contenuto debba essere confezionato ad hoc a seconda del Social Media di riferimento, poiché ogni canale parla la sua lingua e ha un determinato pubblico “in ascolto”.

Stabilito questo, prima di procedere alla creazione di un piano editoriale, sono cinque i punti su cui vi consiglio di riflettere:

  1. Non dovete essere necessariamente presenti su tutti i Social: scegliete il Social Media che più si adatta al vostro brand e al tipo di comunicazione che volete intraprendere. Vi spiegheremo qual è il canale social adatto a voi nel prossimo video di “Dietro le quinte”.
  2. Stabilite degli obiettivi: volete più traffico sul sito? Promuovere e spingere l’acquisto di un determinato prodotto? Che sia di tipo commerciale o di fidelizzazione, avere una linea guida sarà fondamentale.
  3. Studiate il vostro pubblico: se conosco il mio interlocutore sarà più facile farmi capire, giusto? Vale lo stesso per i Social. Più conoscete il vostro pubblico, più sarà semplice creare una community attiva intorno al vostro marchio. E come dice spesso Sheila, “parlare a tutti è come parlare con nessuno”.
  4. Topics: selezionate con cura gli argomenti da postare e incoraggiate la risposta dei vostri utenti con una frequente “call to action”.
  5. Keywords: Inserite nel testo dei vostri contenuti delle parole chiave strategiche. A seconda di ciò che offrite, potete trovare quelle più congeniali alla vostra attività su siti come kwfinder.com e semrush.com.

Chiariti questi argomenti, siete pronti a procedere. Quello che vi serve adesso è un calendario e un foglio Excel, per una timeline di pubblicazione concreta e mirata.

Sul foglio andrete ad incolonnare nello specifico i seguenti dati:

  • Data (giorno di pubblicazione del contenuto);
  • Ora (orario di  pubblicazione);
  • Canale (Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, ecc…);
  • Topic (tipologia di contenuto);
  • Contenuto (il testo);
  • Allegato (immagine / video);
  • Autore (chi del team provvederà alla pubblicazione).

Mentre stilate il vostro bel piano editoriale, ricordate che:

  1. Giorno e orario di pubblicazione non vanno sottovalutati. Non solo, cambiano a seconda del Social. La fascia oraria da preferire comunque, è quella durante la quale le persone non stanno lavorando. Solitamente le fasce orarie di maggior successo sono quelle dalle 8 alle 9 del mattino, l’ora di pranzo e la sera dalle 8 in poi.
  2. Programmate qualcosa da pubblicare durante gli eventi / festività di rilevanza Nazionale o Internazionale. In questo modo un po’ di empatia è assicurata!
  3. I contenuti visual (immagine / video) sono quelli che ottengono maggiore coinvolgimento sui Social. Perciò non siate pigri, divertitevi a realizzare qualcosa di accattivante (canva.com vi sarà di grande aiuto).
  4. Se avete poco tempo nella gestione della pubblicazione, perché giustamente lavorate, state tranquilli! In vostro aiuto arriveranno hootsuite.com e buffer.com, ovvero delle piattaforme sui cui potete programmare e gestire la pubblicazione del vostro piano editoriale. Entrambi sono gratuiti se gestite un massimo di tre canali, altrimenti hanno un costo di $10 al mese.

Il piano editoriale è lo spirito guida dei Social. Ascoltate i suoi suggerimenti e onoratelo con il massimo dell’impegno e della dedizione. I risultati saranno sorprendenti! :-)

Che il potere dei Social Media sia con noi,

Maria

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI L'E-BOOK GRATUITO "STRATEGIE DI SOCIAL MEDIA FAI-DA-TE", UNA GUIDA PRATICA ALL'USO DEI SOCIAL MEDIA PER LE PICCOLE IMPRESE CHE HANNO GRANDI IDEE MA BUDGET RIDOTTI. SCOPRI SUBITO COME: RACCONTARE LA STORIA DEL TUO BRAND, SCEGLIERE I CANALI GIUSTI, ATTRARRE NUOVI CLIENTI E CREARE CONTENUTI CHE COINVOLGONO!

* indicates required